Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.

[News dal Cipra] Seconda Newsletter del Cipra

[News dal Cipra] Seconda Newsletter del Cipra

 

News dal Cipra


per un dialogo tra i professionisti
della Relazione d'Aiuto

altrosos trasp home
---
AltroLogo1
AltroLogo2
---
 

Benvenuti!

Cari soci,

eccomi ad aggiornarvi sui lavori del Cipra. Attualmente l'associazione è molto impegnata sul fronte interno, nel mettere a punto le sue strutture: le Commissioni Tecnica e Culturale ed il Consiglio Direttivo. E' infatti necessario dotarsi di una macchina stabile, in grado di trasformare gli ideali, la mission, in azioni concrete, cioè giornate di studio, convegni, ma anche comunicazioni pubbliche e azioni politiche. Questo lavoro, faticoso ma anche appassionante, abbiamo dovuto farlo sempre tenendo presenti i nostri impegni come professionisti, sui vari fronti, ma anche con la costante preoccupazione di non distogliere troppo lo sguardo da ciò che accade intorno a noi, cercando quindi di non chiuderci all'interno, ma di mantenere vivo il dialogo con i professionisti della relazione d'aiuto:   dialogo, apertura, dialettica figura/sfondo che costituiscono  proprio  il DNA del Cipra.

L'inizio del viaggio

altrosos trasp home

E' stato uno sforzo notevole e certo abbiamo avuto qualche difficoltà, infatti le nostre comunicazioni pubbliche si sono  rarefatte. Per fortuna, avevamo il nostro gruppo “relazionediaiuto”, che è stato a suo tempo l'incubatore del Cipra. In questi mesi è servito moltissimo  per mantenere il nodo fra interno ed esterno e si conferma essere  uno strumento agile e "frendly" per confrontarsi fra soci, simpatizzanti, osservatori più o meno vicini alla nostra galassia. Invito quindi tutti i soci, e tutti i simpatizzanti che riceveranno questa NL, ad iscriversi a tale gruppo per dare il loro   contributo nell'orientare e nel condividere (per iscriversi mandare una email vuota a: relazionedaiuto-subscribe@yahoogroups.com).
Siamo ben consapevoli, tuttavia, che il dialogo aperto e "socratico", per quanto prezioso, non è sufficiente a produrre cambiamenti ed occorre realizzare azioni incisive e mirate, che tengano conto della contingenza, cioè del breve, medio e lungo periodo. Ecco quindi due prospettive che si annodano fra di loro.


 
 

Ok Cipra! Il nostro "core" e la militanza culturale del Cipra

 
 

ok cipra cera2 piccIn una prima prospettiva vanno inserite le attività "core" del Cipra, cioè le azioni specifiche che l'associazione vorrà intraprendere per rendersi riconoscibile, profilarsi e strutturare la sua attività e quindi anche per attirare soci. Questo "core" è costituito fondamentalmente dal desiderio di liberalizzare l'organizzazione delle cure in Italia, di andare verso un'organizzazione delle professioni della "cure" e della "care" che si liberino progressivamente dei lacci delle corporazioni e che possano quindi andare verso una sostanziale democratizzazione della società, del rapporto fra cittadini ed erogatori di Servizi e ancora più in generale verso il superamento di una prospettiva paternalistico - assistenzialistica che ancora soffoca la nostra cultura, nel campo della salute e della prevenzione, sicuramente, ma anche in molti altri campi. 
Gli operatori della prevenzione e della salute, quindi, e in particolare tutti quelli che si riconoscono nei paradigmi della "care" o che integrano la "cure" nella cornice forte di un approccio alla persona, possono trovare nel Cipra un contenitore culturale e politico predisposto proprio  per  dare un forte contributo alla democratizzazione della società italiana. 
Questo obiettivo "cuore" dell'attività del Cipra apparentemente è un obiettivo difficile da tradurre in operatività, ma in realtà abbiamo verificato che ci sono in Italia moltissime realtà che già operano in questa direzione: associazioni, centri clinici, Onlus, scuole di formazione, federazioni di professionisti e di servizi, ecc., che già da anni perseguono questi obiettivi. Il Cipra si pone quindi come primo principale obiettivo di fare da collettore, di mettere insieme queste realtà, offrendo loro di associarsi promuovendo con il tempo sempre più momenti di confronto o di scambio.


Per fare questo, abbiamo messo a punto uno strumento semplicissimo: il timbro “OK Cipra”. 
Questo semplice "bollino" può essere richiesto affinché venga apposto sul materiale volto a pubblicizzare attività in linea con il cuore del Cipra. Questo dovrebbe col tempo portare il nostro sito ad essere una vetrina, un crocevia, delle tante realtà formative, culturali e cliniche che già operano e "militano" nella prospettiva di offrire servizi, cura, prevenzione e benessere, secondo una prospettiva democratica, umanistica, rispettosa dell' "uno per uno" e attenta a non passivizzare il cliente. Per avere informazioni: timbro “OK Cipra”.
aperocipra gen

A questo, che davvero è " l'uovo di Colombo" per la sua semplicità, si aggiungeranno pian piano altri strumenti fra i quali l'organizzazione di un Convegno annuale, sui temi generali già richiamati sopra. Quest'anno è allo studio un Convegno che avrà come titolo ipotetico "Democrazia e cure". Tutto da costruire, naturalmente, vi terremo informati.
Proseguiranno infine, per tutto il 2014, gli aperitivi o gli happening, organizzati in varie città italiane, allo scopo di creare incontri fra i professionisti della "care" e reclutare soci. Il primo di questi happening è stato realizzato con successo a Bergamo. Per informazioni sull’evento realizzato e gli aperitivi futuri: happening.


 
 

 

Lo sfondo e l'impegno politico del Cipra: le elezioni ordinistiche in Lombardia e Veneto

 
 

gestalt

A queste attività "core" è necessario che si affianchi un'attività sottostante, un'attenzione a ciò che accade intorno, per essere incisivi e per cogliere l'onda che può facilitare, a medio termine,  il processo politico di democratizzazione della società e di liberalizzazione dell'organizzazione delle cure, che è appunto il progetto a lungo termine del Cipra. Non siamo infatti una mera associazione culturale, né un centro clinico, ma un'associazione culturale e politica. 
L' attività di medio periodo, più legata alle contingenze politico-professionali, in questo primissimo periodo della vita del Cipra, è stata molto importante e ci ha assorbito moltissimo. Abbiamo infatti seguito le vicende del referendum sulla modifica dell'art. 21 del Codice deontologico degli Psicologi italiani (per maggiori informazioni: Dibattito su art.21) e in questi mesi abbiamo seguito la campagna elettorale per il rinnovo dei Consigli degli Ordini Regionali degli Psicologi, con particolare riferimento a quelli del Veneto e della Lombardia, questo anche perché molti nostri soci vivono e operano nel Centro Nord e sono impegnati direttamente o indirettamente nella politica professionale in queste Regioni. Gli Ordini della Lombardia e del Veneto non hanno raggiunto il “quorum” di votanti nella prima chiamata al voto e le elezioni si ripeteranno ad aprile 2014: una buona occasione per cercare di sostenere coloro che più dimostreranno modalità vicine alla visione del Cipra. Per maggiori informazioni sulla posizione del Cipra rispetto alle elezioni ordinistiche: dibattito sulle elezioni Ordine degli Psicologi. Cultura, politica e cultura… ed il cerchio, la Gestalt, si chiude.


Dunque cari soci, affrontiamo con entusiasmo ed energia questo nuovo anno e speriamo che la primavera alle porte ci sia propizia!
Abbiamo già superato i 90 iscritti e proseguiamo: invita tutti coloro che conosci e chi si ritrovano nel nostro spirito ad associarsi e ad unirsi a noi. Cipra: quel che ci vuole!

A presto!
Anna Barracco
Presidente CIPRA

 

 
 

L'angolo del buonumore

 
 

singloids1156

ringraziamo www.sigloids.com

 
--
Sito ufficiale | contatti | Facebook
--